5 BUONI MOTIVI PER VEDERE SKAM ITALIA

Ho amato questa serie, per diversi motivi, certamente ho trovato delle criticità, soprattutto ad un’analisi approfondita rispetto a ruoli, parole ed argomenti affrontati, ma è sicuramente una serie fatta bene che, non solo parla di adolescenti dal loro punto di vista, ma soprattutto, ha qualcosa da dire!

Skam Italia, riprende il format norvegese, dove SKAM vuol dire “vergogna” ma in questa serie non c’è  davvero nulla di cui vergognarsi.

ECCO 5 MOTIVI PER VEDERE SKAM DA SOLI O CON I VOSTRI FIGLI (anche se in parallelo o in momenti differenti).

“Se noi vogliamo fargli capire le nostre differenze, dobbiamo dare risposte intelligenti alle loro domande stupide. Sennò loro continuano a dare risposte stupide alle loro domande e così non ci capiremo mai”.

Per chi amasse i video ecco il link al canale!

  1. Skam ci regala un momento per ricordare di tutte le emozioni vissute negli anni adolescenziali, non si può non guardarla con occhi d’amore, non si può non guardare quei ragazzi con affetto, non si può non ricordare le proprie prime volte, gli amici, la scuola, le relazioni, le fatiche … insomma, ci riporta ad un passato che ancora oggi guardiamo con un po’ di malinconia, con il quale, se si ha a che fare con gli/le adolescenti, dobbiamo tornare a fare i conti. Questo salto nel passato non serve solo per ricordarci come ci sentivamo, come vivevamo o volevamo vivere ma, ci permette di dare spazio ai nostri racconti, alle esperienze vissute, a come noi abbiamo affrontato quel periodo di vita, alle differenze, al paragone con i nostri genitori, e, narrando, ci permette di farci conoscere un po’ di più. I ragazzi e le ragazze amano i racconti e, alle volte, raccontare dei propri vissuti, insegna molto di più che lunghi e noiosi discorsoni. 
  1. Tralasciando i sentimentalismi, SKAM è una serie per gli adolescenti di oggi e i genitori di oggi, è una serie dove i messaggi sono chiari, gli esempi reali e bellissimi di una generazione fatta di profondi sentimenti e grandi aspirazioni, una generazione che tocca con mano le complessità del suo tempo e che, grazie a questa complessità, può promuovere realmente un cambiamento sociale. SKAM è un inno alla diversità in un mondo che ancora troppo spesso vorrebbe omologazione e per questo merita davvero un 10+.
  1. Ogni protagonista, perché lo sono tutti, sono quello che sono, sembra una banalità ma non lo è affatto. Ognuno cerca il proprio sé e riesce a trovarlo ed accettarlo anche grazie agli amici, si da valore a ciò che questi ragazzi sono, non per quello che gli altri vorrebbero che fossero. Ogni decisione ed esperienza, seppur vissuta tra contraddizioni e criticità, è autentica, non c’è giudizio, ma solo ottime occasioni di riflessione, oltre che di grandi risate e momenti di forte commozione. 
  2. SKAM fornisce buoni esempi ai ragazzi e ragazze di oggi, modelli con cui confrontarsi, imperfetti, fragili e forti allo stesso tempo. Tratta argomenti che riguardano la vita di ogni persona e lo fa con delicatezza, ironia e profondità, cosa che fa ben sperare in un mondo in cui saranno proprio le nuove generazioni a gestire la cosa pubblica. Se guardiamo ciò che fornisce agli adolescenti di oggi la TV o la rete di grandi contenuti, eccetto rare eccezioni, non se ne trovano, quindi ben vengano buone serie, buoni modelli, che ce n’è un gran bisogno. 
  3. SKAM parla di tematiche importanti: bullismo, cyberbullismo, omofobia, differenze culturali, incomprensioni, comunicazione, disagi psichici, paure, identità, autostima, autonomia, relazioni ecc. Mi preme fare due specificazioni rispetto al tema della sessualità trattato diverse volte, ma che presenta a mio avviso una grave mancanza, ovvero in un consultorio è impensabile che non si parli con precisione dei rischi relativi ad un rapporto non protetto e rispetto al tema dei disturbi alimentari che si vedono solamente accennati e mai affrontati con determinazione. Insomma, nonostante queste mancanze, che possiamo cogliere come opportunità per parlarne anche noi, questa serie è una grande risorsa per i ragazzi e offre agli adulti qualcosa di interessante di cui parlare. 

SKAM adotta il punto di vista dei ragazzi e delle ragazze, non parteggia per nessuno, non parteggia per il luogo comune, anzi, fa ancora di più, parteggia per tutti, perché tutti, con le loro peculiarità, hanno qualcosa da dirci. Punti di forza e di debolezza che si uniscono per fare da motore agli altri, un messaggio bellissimo, che spesso, noi adulti, ci stiamo dimenticando. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *