SESSO E ADOLESCENZA

Se parlare con i bambini rispetto ai temi della sessualità è una cosa che ci crea qualche difficoltà (non vi preoccupate potete trovare qui il link dove ve ne parlo https://www.sarabalducci.it/second/2019/04/22/ma-come-gliene-parlo/  ) quando occorre approfondire la questione con figli e figlie adolescenti un brivido percorre la schiena, perché ci si rende conto che le nostre care fanciulle e i nostri cari fanciulli potrebbero, da un momento all’altro, trovarsi faccia a faccia con le loro prime esperienze sessuali! Come fare? Spoiler: barricarli in casa non è una soluzione!

Quindi fate un respiro e affrontiamo la realtà: i vostri figli e le vostre figlie crescono e dobbiamo permettere loro di diventare individui consapevoli.

Ho conosciuto moltissimi ragazzi e moltissime ragazze nel mio lavoro e, moltissime volte mi sono trovata di fronte al dolore, alla paura, alla curiosità, ai traumi, a desideri legati alla sessualità. Ho sempre cercato di cogliere tutti i vissuti, ognuno legittimo e profondo, ho sempre cercato di rispondere alle loro domande dove c’erano, dare supporto dove serviva e sostenerl* nel gestirne le conseguenze, dove occorreva.

Ci sono due cose essenziali che come adulti possiamo fare: DECOSTRUIRE un mondo fatto di stereotipi sessuali, violenza, mancanza di rispetto e possessione, rendendoci consapevoli dei messaggi che veicoliamo, e INFORMARE. Giovani preparati e consapevoli assumono, in percentuale, atteggiamenti meno rischiosi per sé e per gli altri.

ECCO QUINDI 5 (S)PUNTI PER AFFRONTARE IL TEMA DELLA SESSUALITA’ CON GLI E LE ADOLESCENTI!

SIATE CHIARI! Ok, ne parlo “ma cosa devo dire??” Gli adolescenti e le adolescenti non sono più bambini, più l’età avanza, più è necessario essere chiari sull’argomento, occorre parlare di tutto, da come funziona il corpo alle parti che lo compongono, parlare sia di genitali maschili sia di quelli femminili, ma anche di protezione fisica ed emotiva, di rispetto, di amore, di desiderio, di contesti e pericoli possibili. Se vi sembra troppo, sappiate che i ragazzi e le ragazze hanno bisogno di risposte e se vi vedranno titubanti, imbarazzati, impauriti, chiusi e non troveranno altre figure educative di rifermento, le cercheranno in qualsiasi modo rivolgendosi a ciò che per loro è più familiare: la rete e gli amici! Vi assicuro che nessuna delle due è una garanzia assoluta (anche perché dipende molto dalle fonti utilizzate e da ciò che è stato appreso dai pari). Detto questo non si aspettano una lectio magistralis o che siate TUTTOLOG* ma si aspettano che ci siate, potete prendervi del tempo per reperire informazioni e riaffrontare i diversi argomenti con calma, potete comprare dei testi adatti all’età dei vostri figli e figlie oppure potete chiedere un sostegno a consultori, professionisti o medici. Ecco qui un link con alcuni libri utili da poter utilizzare e far leggere https://www.sarabalducci.it/second/2020/11/28/libri-per-affrontare-il-tema-della-sessualita-con-gli-e-le-adolescenti/

NON CI SONO ARGOMENTI TABU! Parlate di tutto e se non riuscite a farlo voi chiedete ad un professionista di farlo per voi, ma parliamo di tutto, parliamo di malattie a trasmissione sessuale, parliamo di abuso, di violenza, di aborto, di differenze di genere, di differenze sessuali, di omosessualità, transessualità, dei rischi di una intimità esibita, di revenge porn, di sexting e di pornografia. Ogni argomento apre a infinite questioni, domande, sfumature, ogni cosa ha valore e se i vostri figli e le vostre figlie sanno che possono chiedervi o possono parlarvi serenamente di ciò che pensano o che non capiscono, è già un passo verso la loro tutela e la loro consapevolezza.

LORO NON SIETE VOI! La sessualità è una cosa personale e il modo di viverla ha una fortissima valenza culturale o religiosa. Se abbiamo delle opinioni dichiariamole, se abbiamo dubbi o timori, spieghiamo il perché delle nostre idee, ma teniamo presente che non necessariamente le nostre opinioni saranno condivise dai nostri figli, quindi meglio analizzare il tema con una certa apertura mentale! Ad ogni modo, comunque ne parleremo, sarà un momento di confronto positivo e utile, anche dal punto di vista relazionale. Non buttiamolo via!

MENS SANA IN CORPORE SANO! Se con le prime mestruazioni le ragazze vanno portate dalla ginecologa (anche se non tutt* lo fanno sarebbe una cosa utile, anche perché quando ne sentiranno il bisogno ci andranno comunque accompagnate da un’amica!!), spesso per i ragazzi la visita dall’andrologo si protrae nel tempo fino all’insorgenza di problematiche. Una buona visita da uno specialista permette di informare, controllare e insegnare buone pratiche per una vita sessuale sana, per promuovere la prevenzione e non incorrere in patologie. Aiutare ragazzi e ragazze a proteggersi, in tutti i sensi, é fondamentale, perché è importante che ogni persona sia consapevole delle proprie scelte, sia informata rispetto a ciò che può accadere all’interno delle relazioni e sappia proteggersi; bisogna conoscere quali potrebbero essere le conseguenze delle proprie azioni e dei propri gesti, senza timori o paure ma nemmeno incoscienza. Parliamo di metodi anticoncezionali e del loro utilizzo ma non solo! Aiutiamo i ragazzi a proteggersi anche dalla rete e da atteggiamenti a volte ingenui ma, purtroppo, con molte conseguenze.

UN MOMENTO IMPORTANTE! Non dimentichiamo che un rapporto sano e positivo con la sessualità è estremamente importante per la vita e il benessere di ogni individuo. Essere consapevoli, implica anche la possibilità di vivere un momento piacevole e bellissimo, fatto sia di fisicità, ma anche di amore, scoperta, passione, condivisione, gioco. La sessualità è un mondo bellissimo, ma come tutte le avventure occorre sapere come affrontarle!